GLI INTERVENTI TRAINATI DEL SUPERBONUS 110%: IL FOTOVOLTAICO

Aggiornamento: feb 16

Con la legge 178/2020 cd “Legge Bilancio 2021” sono stati chiariti alcuni aspetti riguardanti gli interventi cd. trainati del Superbonus, in particolare viene modificato il limite di spesa per l’installazione delle infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici e vengono fornite informazioni e delucidazioni in merito al fotovoltaico e ai collegati sistemi d’accumulo.


Il fotovoltaico e le rinnovabili solari

Per quanto attiene il fotovoltaico vengono comunicate diverse precisazioni circa l’installazione e la convenienza della detrazione.

Specificatamente: l’installazione concorre al miglioramento di due classi energetiche (requisito fondamentale per accedere al Superbonus) ed è possibile realizzare il lavoro solo su edifici e strutture pertinenziali che sono connesse alla rete elettrica. In secondo luogo l’impianto non deve superare la spesa massima di 2.400 euro per ogni kW o di €1.600,00 per gli interventi di nuova costruzione, di ristrutturazione edilizia e di ristrutturazione urbanistica e comunque nel complesso non oltre €48.000,00. La spesa sostenuta risulta detraibile anche quando viene aggiunta una batteria d’accumulo, un particolare sistema che permette di immagazzinare energia prodotta in surplus per averla a disposizione quando serve.

L’intervento risulta trainato oltre che da Ecobonus anche dal Sismabonus.

Attenzione però! Il Superbonus è così conveniente per abitazioni private e condomini?

La risposta è no, questo perché con la detrazione al 110% si perde la possibilità dello “scambio sul posto”, una particolare forma di autoconsumo che consente di compensare l’energia elettrica prodotta in rete in un dato momento e consumata in un momento diverso (“non prevede remunerazione alcuna sull’energia in eccesso ceduta alla rete - Titolo IV, Art. 119 comma 7 del decreto Rilancio). In questo caso quindi, conviene più una detrazione fiscale del 50% con l’Ecobonus dove i guadagni sono il risparmio del 50% sull’installazione, il risparmio in bolletta e il contributo dello scambio sul posto. Inoltre, ad aggravare la strada per l’accesso al Superbonus è la richiesta di abbinamento ad interventi di altro tipo (cd. interventi trainanti).

Il Superbonus viene, piuttosto, ad essere molto utile nel caso di edifici che richiedono la copertura di un’elevata energia.


SCARICA ORA IL NOSTRO E-BOOK GRATUITO