Arbitro controversie finanziarie: record di risarcimenti con l'assistenza dei legali

Lo strumento dell'Arbitro per le controversie finanziarie ha chiuso l'anno con 39,2 milioni di euro di risarcimenti riconosciuti ai risparmiatori. È l'importo più alto in cinque anni di attività, da quando l'Acf, istituito presso la Consob, ha iniziato ad operare nel gennaio 2017.

Rispetto ai 28,9 milioni restituiti nel 2020 dagli intermediari ai piccoli investitori, l'incremento registrato nel 2021 è del 36%. Tali contenziosi, spesso e volentieri, nascono da una scorretta informazione dei prodotti venduti. A tal proposito, infatti, è necessario che gli intermediari forniscano un’informazione di qualità più che di quantità. Si è riscontrato che vi è stato un incremento degli arbitrati con l'assistenza di un procuratore e soprattutto il consolidamento della tendenza a prediligere l'assistenza di un legale che raggiunge l'83% dei casi. In oltre il 70% delle controversie del quinquennio i ricorrenti hanno optato per l'assistenza di un legale.

Tra le motivazioni che inducono molti risparmiatori ad optare per l'assistenza tecnico-professionale, vi è certamente la rilevanza economica degli interessi coinvolti e la complessità delle tematiche che implicano un contraddittorio tra le parti ampio ed articolato a cui corrispondono un'attività istruttoria, da parte dell'Ufficio di Segreteria Tecnica, e decisionale, da parte del Collegio altrettanto complesse. Tornando ai risarcimenti nel quinquennio 2017 - 2021 sono rientrati nelle tasche dei risparmiatori 120 milioni di euro con una percentuale di accoglimento dei ricorsi attestatasi in media al 67%.

Lo strumento dell’arbitrato si sta, quindi, via via consolidando nella pratica ed è destinato a divenire strumento preferenziale per la risoluzione stragiudiziale di tali contenziosi per le quali le stesse associazioni di a sostegno dei consumatori non vengono coinvolte allo stesso modo.

Il nostro Staff è aggiornato sugli ultimi interventi normativi e sempre a disposizione per assistenza legale e per una specifica consulenza di settore.

Per maggiori informazioni e per rimanere sempre aggiornati, Vi invitiamo a consultate le nostre news e ad iscriverVi alla newsletter nell’apposita sezione del sito.


Dott.ssa Margherita Susanna



6 visualizzazioni